Il Mongol Rally parte da Milano: si viaggia in Panda

Nei giorni scorsi è partito anche da Milano il Mongol Rally. Si tratta di un’idea nata da alcuni ragazzi inglesi nel 2001 per raggiungere Ulaan Baatar da Londra in totale autonomia. Quest’anno le auto sono partite il 19 luglio dalla capitale inglese, da Madrid e, per la prima volta, anche da Milano con ben 15 equipaggi: una Subaru, una Passat, due Renault e ben undici Panda. Tra queste la Panda Young grigia metallizzata scelta da Fulvio Zubiani, l’ideatore di Rossi&Bianchi, e dai suoi compagni, per intraprendere il viaggio. I requisiti per partecipare sono molto semplici: un’auto al massimo di 1000 cc, nessun percorso definito, niente assistenza o supporto da parte dell’organizzazione. Il solo obiettivo è arrivare: non c’è un vincitore, in quanto vincerà chi è partito con la voglia di arrivare e ci arriva o non ci arriva con serenità, entro 30 giorni dalla partenza.
Ogni equipaggio ha donato almeno 1500 Euro alle organizzazioni umanitarie selezionate per l’occasione. Anche le auto che arrivano a destinazione vengono lasciate in beneficenza. In aggiunta Rossi&Bianchi realizzerà un calendario 2009 con le migliori foto scattate durante il viaggio, per raccogliere fondi per Equal Step Centre come è già avvenuto lo scorso anno con grande successo. Questo gruppo di ragazzi attraverserà i Balcani e percorrerà la Turchia, e poi l’Iran, passando sotto il Mar Caspio, per arrivare in Turkmenistan e quindi giungere a Samarkanda, in Uzbekistan, e ancora nell’enorme deserto del Kazakistan, verso la Russia e quindi passare finalmente la frontiera con la Mongolia. Da qui «solamente» 1500 Km di steppa la separeranno da Ulaan Baatar. Per seguire l’avventura di Fulvio Zubiani e compagni e possibile visitare il blog mongolrally.menstyle.it. Se si desidera prenotare delle copie del calendario si può scrivere a: fulvio@zub.it oppure info@rossiebianchi.it.