Il monito di Napolitano:"C'è bisogno di maggioresenso delle istituzioni"

Il presidente della Repubblica celebra i 180 anni del Consiglio di Stato ricordando che le riforme devono "consolidare le basi della Costituzione repubblicana, gli equilibri e le garanzie che essa ha fondato"

"Si avverte oggi un acuto bisogno di più cultura delle istituzioni, di più senso delle istituzioni, di più attenzione all’esercizio delle funzioni dello Stato e alle condizioni in cui versano le sue strutture portanti". Il monito arriva dal presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, nel suo discorso per la cerimonia dei 150 anni dalla
nascita del Consiglio di Stato.

Per il Colle, la necessità di andare verso maggiori forme di sovranità condivisa, il cui esercizio è svolto dalle istituzioni dell'Unione europea, "nulla toglie all’esigenza di un efficace funzionamento e quindi di un rafforzamento delle strutture di uno Stato nazionale come il nostro storicamente caratterizzato da intrinseche debolezze e oggi esposto a rischi di grave inadeguatezza".

La soluzione? Raccogliere l’eredità dei 150 anni dell’unità nazionale e dei 180 anni dalla nascita del Consiglio di Stato consolidando "le basi della Costituzione repubblicana, gli equilibri e le garanzie che essa ha fondato, di partire di qui anche nel guardare a ogni esigenza di riforma che si possa seriamente proporre nell’interesse generale"