La "Monna Lisa" in look Manga? Al Louvre è possibile

Sembra un’eresia, dal punto di vista artistico, ma da questa settimana il museo francese più famoso ha deciso di stupire. Nel tentativo di avvicinare i giovani all’arte<br />

Parigi - Da giovedì 22 gennaio (fino al 13 aprile) il Louvre cercherà di svecchiare la propria immagine museale, andando incontro al pubblico più giovane. Con un’ardita operazione artistica. S’intitola “Le petit dessein” , infatti, un’esposizione anticonformista di cartoons, organizzata dalla Case editrice di fumetti Futuropolis. Nicolas de Crécy, Marc-Anthoine Mathieu ed Eric Liberge presentano le loro personali visioni del Louvre, mentre Bernar Yslaire fornisce un’elaborazione al computer della storia iconica del prestigioso museo e il famoso sceneggiatore Jean-Claude Carrière si affaccia da una video-installazione.

Ad ogni artista del fumetto è stato chiesto di produrre un’interpretazione personale dei classici museali, ma in chiave fortemente creativa. Al Louvre, infatti, normalmente si associa un’immagine polverosa e ingessata, che respinge il folto pubblico del genere strettamente grafico. Ovvero, i più giovani, che preferiscono consumare comics, invece di recarsi al museo, per ammirare da vicino i grandi del passato.