Monossido di carbonio colpisce nonna e nipote

Ancora due persone sono rimaste intossicate dal monossido di carbonio, seppure in maniera lieve. Questo il bilancio di un incidente domestico che si è verificato alle 16 circa di ieri in un appartamento di via Pietro Marocco, zona stazione Centrale. Sarebbe stata una stufa a gas difettosa, infatti, a far finire all’ospedale una 65enne e il nipote di 10 anni, ma ancora nel tardo pomeriggio di ieri non c’erano delle certezze in merito: la polizia e alcuni tecnici, ieri pomeriggio sono rimasti infatti nell’abitazione per ore in modo da accertare con esattezza le cause della fuoriuscita di monossido dalla stufa in questione. Nonna e nipote, infatti, si sono recati spontaneamente al Niguarda quando hanno cominciato ad avvertire dei malori che pare siano proprio i tipici segnali dell’intossicazione da monossido. Una volta in ospedale, prima di essere portati nella camera iperbarica, la nonna ha avvertito il 113. La polizia, non appena giunta sul posto, ha chiamato i tecnici dell’Aem che hanno cercato di far luce sul fatto.