Montagna Buoni segnali per la stagione turistica

«La montagna lombarda è un patrimonio straordinario che non ci stancheremo mai di comunicare al meglio. È la montagna le cui pareti hanno fatto da palestra alle grandi spedizioni dirette alle vette di tutto il mondo». È quanto detto da Stefano Maullu, assessore al Commercio e Turismo della Regione Lombardia, nel corso dell’apertura di «Alta Quota 2010», rassegna in corso a Bergamo Fiere e dedicata alla montagna.
«Nonostante la recessione e la congiuntura economica negativa, le performance di gran parte delle località di montagna lombarde nell’inverno 2009/2010 sono state tra il buono e l’eccellente. E i primi segnali per la stagione invernale 2010/2011 sono positivi», ha aggiunto l’assessore. «Tante sono le offerte - ha detto ancora Maullu -. Nelle Valli Bergamasche esistono quattrocento chilometri di piste da discesa. Nelle Valli Bresciane ci sono 265 chilometri di piste da discesa e 47 da fondo. La montagna è ormai un must socialmente significativo per milioni di Italiani - ha concluso l'assessore - che nonostante le difficoltà economiche considerano le ferie in quota uno stile di vita irrinunciabile».