Montaldo sconfessa Burlando

Burlando dice una cosa, il suo assessore lo smentisce: non è una novità, ma diventa clamorosa, la contraddizione, a proposito dell’Ospedale di Vallata, opera giudicata indispensabile, impegnata ufficialmente sulla carta, ma tuttora in alto mare. È solo di pochi giorni fa la dichiarazione del presidente della Regione che bocciava la realizzazione della struttura nell’area ex Mira Lanza, e indicava un’altra sede. Ieri, in Commissione regionale sanità, l’assessore Claudio Montaldo, messo alle strette, ha fatto dietro front: «Si potrà fare, non considero affatto chiusa la questione» la sua dichiarazione lapidaria. Stile Terzo valico, si direbbe. «Ma qui non c’è niente da ridere, purtroppo» tuona Matteo Rosso, consigliere regionale, vicepresidente della Commissione e responsabile del settore sanità di Forza Italia. «Decidetevi - insiste Rosso, rivolto alla giunta di sinistra -. Esiste un’impegnativa già assunta che obbliga al pagamento di penali salatissime, in caso di mancato insediamento della struttura. È chiaro che a pagare sarebbero anche in questo caso i cittadini della Liguria, sotto forma di tasse. E allora - si domanda Rosso - quanti altri soldi dovranno buttare via i contribuenti, quanti altri ticket dovranno pagare per la politica sbagliata della Regione, a fronte di una sanità ridotta allo sfascio?».