Montali in prima fila per il dopo-Serniotti

Potrebbe essere l’ex ct della nazionale azzurra Giampaolo Montali (due ori europei e un argento olimpico tra i suoi titoli) il nuovo allenatore della MRoma dopo l’addio a Roberto Serniotti annunciato nei giorni scorsi dal patròn dei neroverdi romani Massimo Mezzaroma. Oltre al titolato tecnico emiliano, attualmente consigliere di amministrazione della Juventus calcio, in lizza per la panchina romana ci sarebbe anche il canadese Glenn Hoag, ex ct della nazionale nordamericana ed ex vice della Francia, ora al Paris Volley.
Quel che è certo è che Massimo Mezzaroma non si vuole fermare. La Coppa Cev e la semifinale sono un bottino insoddisfacente. Il vero salto di qualità è stato ancora rimandato. E il primo a pagare è stato Serniotti, il tecnico dei primi due anni della MRoma. Mezzaroma ha voluto ringraziarlo per la professionalità dimostrata in questo biennio, soprattutto per l’aiuto iniziale, dato assieme al direttore generale Sacripanti a lui, praticamente a digiuno del mondo della pallavolo.
Ma l’addio a Serniotti è stato deciso probabilmente anche a causa di uno spogliatoio abbastanza diviso, nonostante la società sia riuscita a non fare trapelare nessuna polemica. A incidere sull’esito deludente della stagione il dualismo tra Paolo Tofoli, che si è sempre allenato con scrupolosa professionalità ma che è stato mandato in campo poche volte, e Manuel Coscione, titolare che non ha reso quanto era nelle aspettative. C’è poi stata la polemica tra Mezzaroma e Mastrangelo, secondo la quale l’impegno del centrale è stato un po’ deficitario, non dovrebbe portare conseguenze e il rapporto dovrebbe continuare. «Mi è dispiaciuto moltissimo - ha detto Mezzaroma - comunicargli che il nostro rapporto si sarebbe concluso ma, come già detto, le mie valutazioni generali sulla pallavolo a Roma, visto il totale disinteresse di tutti, mi presentano scenari molto diversi, rispetto a quanto non è accaduto nella passata stagione».
Altra incognita sul futuro della MRoma, il Palazzetto dello Sport. La società di Mezzaroma vorrebbe la piena disponibilità della struttura e ne dovrà parlare con il nuovo inquilino del Campidoglio, Gianni Alemanno.