Montecitorio: Guzzanti vota contro, la Siliquini a favore

Alla Camera la conta è rimasta appesa a un filo fino all'ultimo secondo. Bongiorno, Cosenza e Mogherini votano nonostante la gravidanza. Guzzanti contro il governo, Siliquini a favore

Roma - Alla Camera la conta è rimasta fino all'ultimo momento appesa a un filo. Paolo Guzzanti ha votato la sfiducia al governo, mentre la finiana Maria Grazia Siliquini si è rifiutata. Occhi puntati anche sulle tre deputate incinte che si sono presentate in tarda mattinata a Montecitorio, nonostante i problemi connessi alla loro gravidanza.

Incinte ma in Aula per votare Sono andate tutte e tre in Aula per votare. Non è mancata nessuna. Sono arrivate a Montecitorio a mezzogiorno. Le due deputate del Fli, Giulia Bongiorno e Giulia Cosenza, la cui partecipazione al voto è stata fino all’ultimo in forse a causa di ragioni di salute legate alla gravidanza, hanno sciolto ogni riserva e hanno votato. Promessa mantenuta anche dalla democratica Federica Mogherini. In particolar modo il voto della Cosenza è stato accompagnato da un applauso dei deputati del Pd e dei colleghi di partito di Futuro e libertà.

Guzzanti vota la sfiducia Alla fine ha sciolto ogni riserva. E ha deciso di votare insieme all'opposizione. Paolo Guzzanti non dà il proprio sostegno al governo: "Sono definito come uno degli incerti. In realtà non ho avuto alcuna incertezza ma ho voluto lanciare una sfida per l’abrogazione del porcellum che penalizza la democrazia parlamentare senza migliorare la governabilità". Ringraziando comunque il premier "per la citazione del Pli", Guzzanti ha tuttavia fatto sapere che "la sua riforma della legge elettorale non mi sta bene, mi è impossibile dare la fiducia a un governo che vuole il sistema maggioritario".

Scilipoti decide all'ultimo Il Movimento di responsabilità nazionale dei deputati Domenico Scilipoti, Massimo Calearo e Bruno Cesario intende "consegnare alla storia una scelta dolorosa e traumatica, ma rivoluzionaria, giusta e significativa. Il paese, la patria e il popolo prima di qualsiasi interesse di gruppo e di partito". "Sono una persona responsabile, non stiamo mica andando a prendere un caffè al bar - apiega Scilipoti - per questo valuterò attentamente fino alla fine e deciderò all’ultimo minuto....".