Montella: «Sono pronto per Siena»

(...) il pubblico doriano, con lui Antonio Cassano (che ieri mattina ha sostenuto le visite mediche) per fare tornare i blucerchiati all'epoca della Sampd'oro, più di un tifoso ha già tentato il paragone tra la coppia Vialli-Mancini e il tandem Montella-Cassano. Altra epoca, altro contesto e l'aeroplanino frena con gli avventati paragoni: «Quei due hanno vinto un campionato con la Sampdoria - ricorda - e avevano una grande squadra alle spalle. Noi ci troviamo in una situazione diversa e abbiamo anche una certa concorrenza interna, che è comunque positiva: non sono due giocatori a vincere le partite da soli, i risultati si raggiungono tutti insieme». Sarà, ma grazie all'arrivo dei due attaccanti la campagna acquisti blucerchiata ha subito un'altra impennatta e ieri è stato sforato il tetto delle 17.000 tessere, quota che è destinata a salire considerato che il tesseramento dei doriani si concluderà il 5 settembre.
Paragone per paragone, la carriera di Montella sembra assomigliare a quella di Josè Altafini: alzati dalla panchina e segna. «È un ruolo che ho svolto da giovane, ora sono alla Samp per tornare a giocare con continuità - prosegue -, non mi interessano i gol ma le presenze». A Legnano Montella ha giocato un tempo come prima punta, l'altro come trequartista, per lui un ruolo inedito dal quale però non si sottrae: «Dove devo giocare lo decide il mister. Certo nella mia carriera ho sempre fatto il centravanti e questo è quello che mi riesce meglio». Qualche delusione di troppo nelle ultime stagioni, ma nessun rimpianto: «Sono stato fermo un anno per infortunio e nella scorsa stagione ho giocato poco - ricorda Montella -, non ho nessuna rivalsa ma tanta voglia di dimostrare ancora quanto valgo».
E per l'altro gioiello dell'attacco blucerchiato, Antonio Cassano, arrivano le parole di stima del ct della nazionale Roberto Donadoni: «Mi ha chiamato per chiedermi consigli sulla Samp - ha detto l'allenatore azzurro -. Ho trovato una persona che ha buona disposizione». Ma il commissario tecnico gli ha lanciato anche un chiaro monito: «Mi auguro che questa per lui sia la volta della definitiva esplosione: l'ha capito anche lui, il tempo passa per tutti».
La Sampdoria tornerà ad allenarsi questo pomeriggio alle 15 a Bogliasco. Intanto sono state rese note le modalità d'acquisto e i prezzi dei biglietti per la gara di ritorno di coppa Uefa tra Sampdoria ed Hajduk Spalato in programma il 30 agosto alle 20,45. Presso il Sampdoria Point di via Cesarea e le rivendite Lottomatica ticket in vendita a 10 euro per gradinate, distinti e tribuna superiore; 15 euro per il settore 6 della tribuna, mentre la tribuna inferiore numerata è in vendita al costo di 25 euro.