Montesacro «canta» Rino Gaetano

Nei luoghi dove abitava il popolare cantautore un’iniziativa per celebrarne la vitalità artistica

Francesca Scapinelli

«Ciò che Rino considerava più importante era la giustizia e il suo auspicio era che nel mondo ci fosse meno cattiveria». Parla Anna Gaetano, sorella del cantautore scomparso il 2 giugno di ventiquattro anni fa e autore di successi come Ma il cielo è sempre più blu e Gianna. «Basta leggere qualche strofa della canzone Metà Africa metà Europa - aggiunge -, ad esempio quelle in cui si parla di sangue, bombe e spari, per capire quanto è ancora vivo il messaggio che mio fratello voleva trasmettere». La giustizia, quindi, come valore imprescindibile: «e se fosse qui, credo che vorrebbe che il prezzo dei cd fosse abbassato, così da consentirne a tutti l’acquisto, anche agli studenti e a chi non ha mezzi».
Per avvicinarlo anche ai giovanissimi che non lo hanno conosciuto, il quarto Municipio (l’artista abitava, infatti, a Montesacro) ha indetto il concorso «Rinocantando», una gara musicale aperta a chiunque abbia più di 15 anni e sia in grado di offrire una reinterpretazione di un brano (meglio se poco noto) di Gaetano. Scopo dell’iniziativa è «far rivivere Rino per quello che anche tra le righe ci ha saputo dire», spiega Benvenuto Salducco che del quarto Municipio è il presidente. «Creare un ponte tra la generazione che lo ha conosciuto e quella che lo apprezza solo indirettamente», aggiunge Pietro Paluello, presidente di «Heristal», l’ente che organizza il concorso.
Tra i sogni mai realizzati del cantante c’era quello di un nuovo disco di teatro-musica «alla Gaber», racconta poi Bruno Franceschelli, legato a Gaetano da un profondo sodalizio artistico. «Era geniale - ricorda - i testi delle sue canzoni sono attuali, si pensi all’idea degli “evasori legalizzati”».
Per partecipare occorre che le reinterpretazioni (su cd) siano «non direttamente riconducibili nella forma degli arrangiamenti alle versioni originali già note e pubblicate». I lavori saranno giudicati da una commissione di cui farà parte anche un membro della famiglia dell’artista. La giuria selezionerà fino a 15 interpreti che saranno inclusi in una compilation dal titolo «Rinocantando» e, a fine settembre, parteciperanno a un evento live. Le registrazioni devono arrivare entro il 30 luglio a Heristal Entertainment Srl, Concorso «Rinocantando», via Topino 35, 00199 Roma, allegando il modulo che si può ritirare al IV Municipio o scaricare dal sito www.heristalsrl.it. La partecipazione è gratuita.