Monti: «Preoccupa la posizione polacca»

Unicredit-Hvb

La posizione critica di Varsavia sui riflessi in Polonia del recente matrimonio tra Unicredit e Hvb preoccupa l’ex commissario europeo alla Concorrenza, Mario Monti. Parlando alla Global strategy Conference organizzata da Goldman Sachs, di cui Monti è diventato recentemente consulente, l’economista si è detto infatti «deluso e particolarmente preoccupato da quanto detto dal governo polacco» che sta osteggiando la fusione fra la banca Pekao e Bph, l’istituto giunto in dote a Unicredito dall’Hvb: «Sono sicuro che la commissaria Kroes non rimarrà inattiva». Quanto a Banca d’Italia, ha detto Monti, dopo le difficili settimane vissute nell’ultimo periodo, potrà, anche grazie alla nomina di Mario Draghi a governatore, ritrovare «pieno fulgore». «In una parte di questi ultimi anni, soprattutto gli ultimi - ha osservato l’ex commissario - la Banca d’Italia non ha mantenuto lo standard di grande reputazione rispetto alle consorelle straniere».