Montolivo e Mutu rilanciano i viola Chievo battuto e superato in classifica

Miracoli di Frey. Dopo 15 giornate la Fiorentina fuori dalla zona retrocessione

Sandro Benedetti

da Verona

La premiata ditta Montolivo-Mutu confeziona l’operazione sorpasso. La Fiorentina ringrazia il fosforo dell’ex fantasista dell’Atalanta e la freddezza e un pizzico di buona sorte del rumeno per superare in classifica il Chievo. A decidere la sfida è l’assist al bacio di Montolivo che pesca tutto solo Mutu davanti a Sicignano e l’attaccante viola è bravo e fortunato a superare l’estremo di casa. Ma la differenza vera, oltre alla caratura tecnica di Montolivo che rompe l’equilibrio e disegna una Fiorentina più offensiva, è la condizione fisica dei viola che nell’ultimo quarto d’ora sanno ripartire meglio e con più raziocinio di un Chievo in credito con la dea bendata.
Ripresa più baldanzosa perchè entrambe si mettono a cercare con più insistenza il gol. Se Montolivo è la mossa vincente, l'altra carta determinante è Frey. Il portiere francese si fa trovare pronto ad inizio ripresa sul sinistro velenoso di Semioli e impaurisce con un’uscita coraggiosa Pellissier. Il resto è farina di un ispirato Montolivo.
E così dopo quindici giornate la Fiorentina grazie al successo di Verona è fuori dalla zona salvezza. Obiettivo raggiunto proprio sul campo dove sette mesi fa festeggiò la qualificazione in Champions poi svanita con i veleni dell’estate. Insomma, i casi della vita.