Monumentale, musica e teatro nel silenzio del cimitero

Elena Gaiardoni

«Monumentale: museo a cielo aperto». Torna domani con un nuovo appuntamento la rassegna ideata dal Comune e dalla fondazione Milano-Scuole Civiche. Le tombe come opere d'arte e insegnamento etico. Il luogo del riposo eterno come paesaggio di bellezza e di meditazione, soprattutto in questi giorni in cui il terremoto ci sta facendo riflettere sulla presenza della morte e il suo inconcepibile modo di accadere, ma è l'assurdità che fa di essa l'enigma che rende reale la vita.

Le visite guidate cominceranno alle ore 10 dal piazzale esterno. Le volontarie del servizio Civile e il personale del cimitero guideranno i visitatori attraverso il silenzio di viali che custodiscono 150 anni di storia illustre e quotidiana trascorsa nel monumento progettato dall'architetto Carlo Maciachini.

Sempre alle 10 in sala conferenze si terranno due proiezioni realizzate dagli studenti della civica scuola di cinema Luchino Visconti. La prima, «Lost in Milano» di Valentina Chiarello Ciardo e Martina Pignato, è un viaggio di quattro personaggi tradotto in musica e immagini; la seconda, «Milano fa 90» di Marina Resta, Giorgia Ripa e Monia Donati, è un documentario ambientato sulla linea 90/91. Alle 11.15 andrà in scena il corto teatrale «Schiaparelli su Marte» di Emanuele Aldrovandi, con Stefano Annoni, musiche di Roberto Dibitonto, regia di Luca Rodella, ispirato alla vita dell'astronomo noto per i suoi studi su Marte.

Si conclude alle ore 12.15 con il concerto a cura dei diplomati e degli studenti dei corsi civici di jazz della scuola di musica Claudio Abbado con l'«Interplay experience trio», composto da John De Martino alla batteria, Antonio Giuranna alla chitarra, Roberto Antonio Dibitonto al sassofono tenore e al sassofono soprano. Gli altri due appuntamenti sono previsti per domenica 25 settembre e 30 ottobre.