Monza, 18enne ucciso con i cocci di bottiglia da un suo coetaneo

Un ragazzo di 18 anni è stato ucciso con dei cocci di bottiglia da un coetaneo. L'aggressione è avvenuta a Sovico, in Brianza

Monza - Un ragazzo di 18 anni è stato ucciso con dei cocci di bottiglia da un coetaneo. L'aggressione è avvenuta a Sovico, in Brianza. I soccorritori hanno provato a rianimarlo e a trasportarlo in ospedale con l'elisoccorso ma il giovane è morto prima ancora di arrivare al pronto soccorso. "Siamo distrutti - ha commentato il padre del ragazzo non conosciamo ancora le dinamiche dell’accaduto, vogliamo sapere perchè e aspettiamo notizie".

Una lite finita in tragedia Si chiamava Lorenzo Cenzato la vittima dell’aggressione avvenuta oggi pomeriggio a Sovico. Nato nel febbraio del 1993, Lorenzo Cenzato aveva da poco finito gli studi superiori e si era iscritto a un corso di Agraria. "Era un ragazzo tranquillo - racconta Giusy, una sua amica - e aveva intenzione di continuare a studiare". A quanto pare il giovane è stato colpito alla testa con una bottiglia e si è accasciato al suolo. A questo punto, qualcuno dei presenti ha chiamato i soccorsi. I sanitari del 118 di Monza, intervenuti tempestivamente, hanno trasportato il ragazzo con l’elisoccorso all’ospedale di Como, ma non c’è stato nulla da fare. Il giovane è deceduto poco dopo l’arrivo. Della vicenda si stanno occupando i carabinieri di Monza e Biassono.