Monza, Berlusconi avvia la campagna elettorale

L’assessore regionale Ponzoni: «Aperto un confronto interno alla Cdl e anche con la nuova Dc della Panzeri»

Attenzione, segnatevi questa data: 6 febbraio. E, soprattutto, prendete un solo impegno. Quale? Quello con Silvio Berlusconi. Alle diciassette di martedì 6 febbraio, il leader della Cdl, apre la campagna elettorale in quel di Monza. Appuntamento al teatro Manzoni per dare l’inizio a quella campagna di primavera che ha un solo obiettivo: «Mandare a casa la sinistra che (s)governa la città e riportare a Monza un’amministrazione dinamica e capace di non deludere le aspettative dei cittadini». Promessa firmata da Massimo Ponzoni, assessore regionale brianzolo, che segue da vicino questa prova elettorale.
Gli elettori, assessore, vogliono il centrodestra unito perché non si ripetano gli errori del passato. Si può stare tranquilli?
«Le aspettative dei monzesi non andranno deluse. Noi siamo una coalizione coesa e unita, mentre loro, i supporter del sindaco uscente, sono solo una sommatoria di partiti che appena incassato il voto - come testimoniano le cronache dedicate al governo Prodi - passano il tempo a litigare».
Coalizione «coesa e unita» ma in stand by fino alle diciassette del 6 febbraio?
«La campagna inizia martedì 6. Da oggi al 5 febbraio è un confronto serrato e quotidiano con tutta la Cdl compresa la Dc di Rosella Panzeri per mettere a punto strategie e programma elettorale. Confronto che sarà poi allargato anche alle liste civiche: raggruppamenti che rappresentano un valore aggiunto alla coalizione di centrodestra».
Che messaggio lancia alla Dc monzese e, attenzione, soprattutto all’ex sindaco Rosella Panzeri?
«Ex sindaco di Monza che possiede una sensibilità sul territorio e che risponde ai nostri stessi valori. Sento il dovere morale di chiederle scusa a nome di tutta la Cdl per la metodologia che abbiamo usato in prima battuta nell’individuazione del candidato sindaco e delle linee di programma. Ora non sarà più così».
Andiamo oltre, assessore. Nel dettaglio, quali altri appuntamenti elettorali del centrodestra attendono i monzesi?
«È un elenco lungo e ancora in fase di definizione. Su Monza che è città del centrodestra c’è l’impegno di tutta la classe dirigente della Cdl: sull’agenda dei parlamentari nazionali e locali è già calendarizzata la loro presenza nelle piazze e nelle strade della città di Teodolinda. Ognuno di loro porta un contributo al cambiamento, in quella corsa al sindaco che vede il centrodestra già avanti di tredici-punti-tredici».
Già, secondo l’ultimo sondaggio di Euromedia research, la Cdl ha il governo di Monza...
«... il centrosinistra si ferma al 43,1 contro il 56,4 che conquista la coalizione con Marco Mariani sindaco. Dato che riporta il centrodestra alle politiche e che non è impresa impossibile incrementare: le critiche dei cittadini su viabilità, parcheggi e trasporto pubblico sono ormai pane quotidiano per i cronisti locali».
gianandrea.zagato@ilgiornale.it