Monza-Brianza si allarga e apre le porte a 5 nuovi Comuni

Abolire le Province? La Brianza è in controtendenza. Da ieri il nuovo Ente, la cui prima giunta si è insediata lo scorso giugno, è più ricco di 5 Comuni. La Prima commissione Affari Istituzionali del Senato ha sancito il passaggio da Milano a Monza e Brianza di Lentate sul Seveso, Caponago, Cornate d’Adda, Roncello e Busnago.
La commissione ha votato in sede deliberante, ossia saltando il passaggio dall’Aula, e ha portato così a compimento un processo iniziato nel 2004, all’epoca dell’istituzione della neo Provincia, quando Comuni come Caponago si erano ritrovati esclusi grazie ad un emendamento della sinistra.
«Era ora – commenta Cesarino Monti, senatore leghista, primo firmatario della proposta – Più che un benvenuti è maggiormente opportuno salutare questo ingresso con un bentornati a casa». Anche il presidente Dario Allevi ha salutato con soddisfazione il voto al Senato: «E’ un bellissimo regalo di Natale. Ora chiamerò i cinque sindaci per organizzare un incontro e festeggiare insieme».
Secondo i dati elaborati dagli uffici provinciali, la percentuale di scorporo del patrimonio tra Milano e Monza passerà ora dal 19,169 al 20,747% ovvero da 292 milioni a 315 milioni di euro. In dote i neo arrivati porteranno inoltre 23 chilometri di strade e 2 case cantoniere.