Monza-Cinisello: entro luglio l’accordo sui lavori

L’incontro è servito a «rimettere in moto» le cose. In Regione l’assessore alla Mobilità, Alessandro Moneta, ha presieduto infatti un tavolo istituzionale per la riqualificazione della strada statale 36, la Nuova Valassina, nel tratto che collega Monza a Cinisello. Si è discusso dei tempi di avvio dei cantieri e dei problemi che questo comporterà a residenti e automobilisti. All'incontro hanno partecipato anche i rappresentanti della Provincia e dei comuni di Cinisello, Monza e Muggiò, dell'Anas e di Impregilo spa, l'impresa appaltatrice dei lavori. L'intervento sulla Nuova Valassina servirà a migliorarne la connessione con il sistema autostradale di Milano. I lavori prevedono l'interramento di 4,3 chilometri di statale e un tunnel di 1.700 metri sotto l'attuale viale Lombardia che sarà a sua volta riqualificato.
«Si è fatto un grande passo avanti per rendere operativo l'avvio dei lavori - ha spiegato Moneta -. Entro fine luglio sarà stipulato il contratto tra Anas e Impregilo, a partire dal quale si potrà dare avvio alla fase di cantiere». Il costo dell'intervento è stimato attorno ai 160 milioni di euro.
La Provincia dal canto suo ha preso atto «con soddisfazione che al massimo entro un mese sarà firmato il contratto fra Impregilo ed Anas per la costruzione del tunnel di viale Lombardia». Tuttavia «esprime preoccupazione perché a oggi non si sa quando inizieranno i lavori e soprattutto quanto dureranno. Resta ancora aperto il grave problema dell'interferenza con le reti dei servizi nel sottosuolo».
La riunione di ieri in Regione si è conclusa con l'impegno, una volta firmato il contratto, di ritrovarsi per decidere come gestire la fase dei lavori. «Il prossimo incontro, se vogliamo che sia produttivo -ha evidenziato Paolo Matteucci, assessore ai Trasporti della Provincia - deve essere basato su un preciso e dettagliato programma».

Annunci

Altri articoli