Monza Contraffazione, maxi-sequestro di giocattoli

Oltre 1.500 giocattoli privi di marchio CE o con il marchio contraffatto. Tutti catalogati come potenzialmente pericolosi. Li hanno sequestrati i vigili urbani di Monza in un negozio di proprietà di una 35enne di origine cinese. Da scaffali e scatoloni sono emersi decine di yo-yo ad acqua, auto radiocomandate, bambole, puntatori laser e persino delle pistole giocattolo senza il tappo rosso. Ad attirare i compratori, hanno spiegato gli agenti, sono soprattutto i prezzi, in media tra il 30 e il 50% inferiori rispetto a quelli in regola con le norme della Comunità europea. La titolare del negozio, residente a Milano, è stata denunciata per assenza e contraffazione del marchio CE, mentre tutta la merce è stata posta sotto sequestro. Oltre alle conseguenze penali, la donna dovrà inoltre pagare una maxi multa da 6.443 euro.