A Monza trapianto delle due mani

Doppio trapianto di mani eseguito al San Gerardo di Monza. Sotto i ferri dell'equipe del professor Del Bene una paziente 52enne. Ricoverata in rianimazione, ma è cosciente: <strong><a href="/video/trapianto_mani_prima_volta_monza/id=trapianto_mani">video</a></strong>

Monza - Doppio trapianto di mani. Eccezionale intervento chirurgico all'ospedale San Gerardo di Monza su una paziente 52enne. L'operazione è stata effettuata nella notte tra lunedì e martedì dall'equipe del professor Massimo Del Bene. La paziente é ancora ricoverata precauzionalmente in rianimazione, ma è cosciente e in buone condizioni. Ora ci vorranno 7 giorni per sciogliere la prognosi sulla completa riuscita dell'intervento.L'operazione ha il tratto dell'eccezionalità: per la prima volta al mondo, infatti, è stato effettuato un doppio trapianto di mani su un paziente amputato. La paziente, di cui non sono ancora state rese note le generalità, dell'età di 52 anni, aveva subito l'amputazione dei entrambe le mani ed entrambi i piedi a causa di una gravissima forma di sepsi che aveva colpito tutte le quattro estremità del corpo. Ora è ancora ricoverata nel reparto di rianimazione dell'ospedale monzese, ma è cosciente e lucida. Le sue condizioni cliniche sono considerate buone dai sanitari che, in tarda mattinata, nel corso di una conferenza stampa, illustreranno i dettagli dello straordinario intervento.

L'intervento A donare entrambe le mani per il trapianto record è stata una donna di 58 anni, presso l'ospedale di Cremona. L'intervento, condotto dall'equipe del primario di chirurgia plastica e della mano del San Gerardo, Massimo Del Bene, è stato eseguito nella notte tra lunedì e martedì scorso, ed è durato circa sei ore. La donna che ha subito il trapianto di entrambe le mani, di 52 anni, aveva subito l'amputazione anche dei piedi nel 2007, in seguito a una sepsi.