Moody’s studia Unicredit

A due giorni dall’annuncio della fusione con Hvb, Moody’s mette sotto osservazione i rating di Unicredit. L’obbiettivo è puntato sul possibile abbassamento del rating del debito a lungo termine (aa2). La revisione sotto osservazione avverrà secondo quattro diversi parametri: «Le implicazioni strategiche dell’operazione, la sfida di arrivare a ottenere i benefici pianificati per l’acquisizione, il profilo di rischio del nuovo gruppo e la qualità degli asset e la capacità e la volontà di Unicredit di fornire a Hvb il supporto finanziario di cui necessita». Allo stesso tempo Moody’s ha messo sotto osservazione, questa volta per un possibile miglioramento, i rating della Hvb e della controllata Bank Austria. Sotto la lente infine il rating di Locat, controllata di Unicredit nel settore del leasing. Chiusura positiva ieri in borsa per le azioni delle due banche: il titolo Unicredit sale a 4,23 euro (+ 0,19%), meglio per Hvb +0,3 per cento.