Moratti dopo Barcellona "L'Inter? Non c'era"

Il presidente nerazzurro: "Praticamente siamo rimasti a
Milano, è stato un viaggio inutile. Una pessima partita nel momento sbagliato". Ma conferma la fiducia al tecnico Mourinho

Milano - Troppo brutta per essere vera l'Inter di Barcellona. A parte il risultato i nerazzurri sono apparsi lontani mille miglia dagli spagnoli. Incapaci di fare due passaggi di fila nel primo tempo - come ha ammesso lo stesso Mourinho -, con pochissime speranze, stando così le cose, di poter andare lontani nella regina delle coppe europee. Ovviamente un passo falso può capitare, anche due. L'importante è dimostrare, sul campo, di poter riuscire a tenere testa agli avversari, senza timori riverenziali e, soprattutto, senza aver paura di giocare a calcio, neanche coi campioni d'Europa. Moratti è deluso, molto deluso. Ha riposto molte speranze nella nuova Inter di Mourinho. E non ci sta a collezionare brutte figure in giro per l'Europa. Oggi, dopo la sbornia del Camp Nou, rompe il silenzio.

Moratti: siamo rimasti a Milano "Sono dispiaciuto perché praticamente siamo rimasti a Milano. Ecco, non per altro, è stato un viaggio inutile". Il presidente non ha ancora smaltito la delusione per la sconfitta subita. E alle parole di Mourinho, secondo il quale l’Inter era qualitativamente inferiore ai blaugrana, Moratti replica ricordando le assenze di Ibrahimovic e Messi fra i catalani: "L’altro giorno forse era anche superiore, quindi non è quello il problema".

Non è un singolo episodio L’Inter ha incassato un 2-0 che lascia poco spazio agli alibi: "Mi sembra che abbiamo assistito a una perdita dei giocatori stessi" dice il presidente nerazzurro. "Quindi è una cosa che giudicherei, anche se in un momento importante, come un singolo episodio. Non è mai successa una cosa così e credo che finisca lì. Questo non cancella la bontà del gioco delle altre partite, non cancella la continua crescita, non cancella il fatto che stiamo facendo una stagione ottima. Abbiamo fatto una pessima partita nel momento sbagliato" sintetizza Moratti.

Ma non siamo inferiori al Barça Ma l’organico dell’Inter, secondo il patron nerazzurro, non è inferiore a quello del Barça: "Assolutamente non può essere quello il problema. Lo sconforto fa dire qualsiasi cosa, ma poi dopo bisogna fare analisi ben fatte e sapersi prendere le responsabilità giuste per poi fare meglio la prossima volta. E sono convinto che Mourinho tutto questo lo farà bene", conclude Moratti.