La Moratti coi City Angels «serve» i poveri in mensa

Il candidato Cdl raccoglie l’invito dell’associazione: «È necessario un collegamento forte con il volontariato»

Maglietta rossa e cappellino blu dei City Angels, hanno distribuito panini e portato in tavola piatti di risotto e di minestra Raccogliendo l’invito dell’associazione del volontariato, politici, cantanti, soubrette e stilisti hanno servito il pranzo ai circa 200 poveri dell’ «Opera Cardinal Ferrari». Nell’ambito delle celebrazioni dell’«Angel Day», l’iniziativa organizzata dai City Angels per ricordare che «La solidarietà non va in vacanza», si sono ritrovati alla mensa di via Boeri la candidata sindaco per la Cdl Letizia Moratti, assessori e parlamentari come Ombretta Colli, oltre a Don Gino Rigoldi. «È necessario un collegamento forte con le realtà del settore del volontariato - ha dichiarato Letizia Moratti -, per non farle sentire sole e per far loro percepire un Comune attento alle loro problematiche. I volontari di strada sono persone straordinarie - ha aggiunto -, e deve esserci una intesa sempre più forte delle istituzioni con strutture come queste». Poi rivolgendosi ai cittadini bisognosi e ai loro assistenti ha commentato: «Ci sono persone che hanno problemi e a loro le istituzioni devono dare risposte concrete, ma per progettarle occorre l’aiuto di chi vive quotidianamente le problematiche, come i volontari di strada».
«In una società opulenta in cui tutti vogliono essere ricchi e famosi, oggi diamo vita a un incontro con un mondo che forse ha meno maschere, quello dei più poveri», ha detto Mario Furlan, presidente dei City Angels. Con lui anche Maria Teresa Ruta, Jo Squillo e uno scatenatissimo Tony Dallara che ad ogni telecamera che si accendeva intonava la celeberrima bambina bambina, con tanto di gorgheggio.