Moratti: «Il contratto? Riguarda me e Mancini»

Milano. Anche Mancini ha un cuore e lo ha dimostrato l’altra notte, di ritorno da Palermo, quando, in aereo, ha detto alla squadra: «Siete stati molto bravi e vi ringrazio». Colpo a sorpresa per le sue abitudini, ma non poteva attendersi nulla di meglio per festeggiare i 42 anni compiuti ieri. Ieri sono arrivati anche i complimenti di Moratti: «Sta lavorando davvero bene, si goda la vittoria». E sul rinnovo del contratto, dopo l’infelice frase di Branca («Il contratto scade quando ci pare»), il patron è stato deciso: «Nessun segreto. Normalmente quando si stipula un contratto non lo si dice in giro. È questione tra me e lui». E tutti e due hanno intenzione di andare avanti.