«Moratti critica la tassa? Paghi meno Mourinho»

Roma. Nessuna pietà e un po’ di sarcasmo per i petrolieri che alzano la voce contro la Robin Tax. Il ministro Giulio Tremonti ha infatti ribattuto senza battere ciglio alle critiche di Gianmarco Moratti, marito del sindaco di Milano Letizia e fratello del presidente dell’Inter Massimo. Al petroliere milanese che aveva aspramente polemizzato sul balzello, Tremonti ha replicato senza fare un passo indietro: «Vorrà dire che ridurranno l’ingaggio a Mourinho, tanto l’Inter è sempre forte». Una battuta legata al recente ingaggio dell’allenatore portoghese per la squadra campione d’Italia. Già tecnico del club inglese del Chelsea, Mourinho percepirà da Moratti 9 milioni di euro netti all’anno. Soldi che si vanno ad aggiungere alla buonuscita di 24 milioni che l’Inter deve all’allenatore uscente Roberto Mancini. Pungente, dunque, l’appunto di Tremonti, che ha sottolineato la disponibilità economica della famiglia Moratti, azionista di riferimento della compagnia petrolifera Saras.