La Moratti e Amato alla resa dei conti

L’appuntamento è per oggi a Roma. Letizia Moratti, insieme ai sindaci delle grandi città, sarà finalmente faccia a faccia con il ministro dell’Interno Giuliano Amato. Sul tavolo il tema della sicurezza e il responsabile del Viminale dovrà finalmente dire quale destino avranno le tante richieste dei primi cittadini sull’argomento. Che ne sarà, per esempio, dei 500 agenti in più chiesti da Milano? Numeri forse più concreti del «protocollo quadro» preparato dal ministero sul modello sperimentato a Napoli con il «patto per la sicurezza della città» siglato a novembre. Un generico impegno a mettere insieme gli sforzi di governo nazionale e cittadino, per un più capillare controllo del territorio, una «cornice», all’interno della quale il Viminale si impegna a calibrare successivamente i patti per la sicurezza con le singole città. Con poca propensione all’aumento della consistenza delle forze dell’ordine. (...)