La Moratti estende il «coprifuoco» fino in Corso Lodi

Tour per le periferie della città per il sindaco che ha deciso di cancellare le ferie dall’agenda estiva. Si parte dal Corvetto, dove il primo agosto sono entrate in vigore le ordinanze antidegrado: chiusura anticipata di pizzerie, kebab, internet point, centri massaggi, phone center e obbligo di deposito dei contratti di affitto negli uffici della polizia locale. A soli dieci giorni dall’entrata in vigore dei provvedimenti il bilancio è 40 multe, 400 persone e 25 mezzi controllati dagli agenti nel quartiere. Ma non basta, la «lady di ferro» vuole estendere le ordinanze a corso Lodi, via Fabio Massimo e vie laterali. «L’integrazione all’ordinanza sarà sulla mia scrivania entro la fine della settimana». Il sindaco ha deciso ieri di controllare di persona gli effetti sul territorio dei suoi provvedimenti: da una periferia all’altra, la Moratti è andata alla Stadera per verificare l’incremento di agenti nella zona, come chiesto dai residenti. Infine un pensiero agli anziani rimasti soli in città: con l’assessore alle politiche sociali Mariolina Moioli, la Moratti visita la centrale operativa del piano anticaldo che ogni giorno raccoglie le segnalazioni di anziani che soffrono per l’afa o per la solitudine. «Dal primo giugno sono state oltre 13mila le richieste di aiuto o, semplicemente, di compagnia - commenta il sindaco - giunte agli operatori di Estate Amica. Un dato importante che evidenzia come per gli anziani, soprattutto d’estate, la solitudine sia uno dei mali maggiormente temuti».
Milano ad agosto vuol dire anche negozi aperti. È il momento di fare una prima verifica di persona. Blitz in corso Garibaldi, una visita alla storica Cavalleroni di via Palermo e dal parrucchiere Benito in via Rovello («Risorse per la città»).