Moratti fa la sua lista e sfida Ferrante

Letizia Moratti, l’ormai candidato sindaco del centrodestra nella corsa a Palazzo Marino, sarà appoggiata da una sua lista personale. E in più tutti i partiti della coalizione avranno nel simbolo la dicitura «per Moratti». Dopo il vertice di Arcore sono dunque cominciate le grandi manovre per fronteggiare l’assalto al palazzo tentato dal centrosinistra con l’ariete Bruno Ferrante, l’ex prefetto che ieri ha scelto il manifesto per la sua prima uscita pubblica. «Ferrante? È un candidato come gli altri. Bene, cominciamo, nessun problema», avrebbe detto la Moratti durante l’incontro con Berlusconi, Sandro Bondi e i coordinatori locali un po’ timorosi dopo la discesa in campo del temuto antagonista. Parole che hanno fugato gli ormai pochi dubbi rimasti e lasciato spazio solo all’annuncio ufficiale. Per il quale si aspetterà Sant’Ambrogio o forse il 12 dicembre, quando Berlusconi inaugurerà la campagna elettorale a Milano. Lista Moratti, dunque, con nomi di personalità legate alla famiglia. E in grado di convincere quel 25 per cento di indecisi fotografati da un recente sondaggio. Supporter da pescare tra volontariato, solidarietà, università, associazioni, impresa. Forse anche uno sportivo.