La Moratti: «Giù le mani da Linate»

«Il piano della nuova Alitalia è realistico, le cose si stanno avviando nella giusta direzione». Parola di Roberto Formigoni. E Linate? «Un ridimensionamento può essere accettabile a patto che il traffico sugli aeroporti lombardi venga mantenuto inalterato e, anzi, possa crescere nel tempo». Tema che sarà affrontato dalla Regione in un vertice «con il governo e con Alitalia tra una settimana». Appuntamento dove però, secondo Letizia Moratti, non si può procedere a «un ridimensionamento di Linate»: «Linate continua a essere molto importante per tratte significative e non ha nessun senso che venga ridimensionato lo scalo a meno che non ci sia una fase di rafforzamento di Malpensa con un vettore di bandiera di riferimento che ne faccia il proprio hub». Virgolettato del sindaco sottoscritto da Filippo Penati: «L’aeroporto di Linate non deve essere in nessun modo in discussione, significa dare un nuovo colpo di scure al sistema aeroportuale milanese». Intanto, garantisce Moratti, a breve un Consiglio dei ministri a Malpensa.