Moratti: «Ho fatto un pensierino su Capello»

Spinelli dice no al Benfica per Lucarelli. Lazio e Udinese: lite per Pandev

Aldo Meluccio

Il calciomercato mette la sordina nel periodo più scombussolato del mondo del pallone: si parla più di pm che di cessioni e acquisti. Ma qualcosa si muove. L’Inter, con Adriano incedibile (per ora), insiste per Grosso (Palermo) mentre Moratti ammette di aver fatto un «pensierino» su Capello. Il Chievo è molto attivo sul fronte trasferimenti: vicini gli ingaggi di Cesar Prates (Livorno) e di Godeas (Palermo). La Roma punta a cedere Kuffour, Nonda e Ferrari (rientrato dall’Inghilterra). Tommasi, Chivu e Perrotta aspettano segnali per il rinnovo contrattuale, mentre la dirigenza segue Vucinic, Cassetti (Lecce) e Almiron (comproprietà di Empoli e Udinese). La Sampdoria cerca Maggio (Fiorentina), mentre il Livorno dice no al Benfica per Lucarelli e punta sul difensore dell’Anderlecht Tihinen e su Bega (Cagliari); in più gli amaranto vorrebbero Sammarco o Zanchetta dal Chievo nell’ambito dell’affare Cesar Prates. L’Empoli è in attesa di offerte per il gioiello Tavano, ma i grandi club appaiono distratti dalle vicende giudiziarie. Ceduti Liverani (Fiorentina) e Dabo (Bolton), la Lazio vuole risolvere a suo vantaggio le comproprietà di Cribari, Mauri e Pandev con l’Udinese. Proprio i friulani rinnoveranno il contratto di Candela mentre Di Natale è nel mirino del Napoli. I partenopei, attendono notizie da eventuali ripescaggi in A e si scatenano: ormai è fatta per Paolo Cannavaro (Parma) e Domizzi (Sampdoria), mentre si punta a Bucchi (Modena), Stovini (Lecce) e a Brienza, Codrea e Terlizzi del Palermo. Proprio i siciliani hanno ufficializzato l’ingaggio di Guana (Brescia). Il Milan non sembra più interessato a Suazo e il Cagliari riceve altre offerte (Inghilterra e Spagna), in caso di cessione verrebbe sostituito da Konan (Lecce).