La Moratti: Milano più sicura anche per l'Expo 20015

Milano - La manifestazione del 26 marzo a Milano sulla sicurezza non danneggia la candidatura del capoluogo lombardo come sede dell'Expo 2015 perché l'ordine pubblico è una condizione necessaria per avere la meglio su Smirne, la città concorrente. Lo ha detto Letizia Moratti, sindaco di Milano, a margine dell'assemblea regionale degli amministratori di Forza Italia.

«Se devo scegliere - ha detto la Moratti rispondendo a chi evidenziava la possibile incrinatura della collaborazione con il governo in vista dell'Expo, come il presidente della Provincia Filippo Penati - tra l'Expo 2015 e la sicurezza dei cittadini scelgo la seconda. L'Expo è un'occasione straordinaria, 1.600 milioni di euro in investimenti per lo sviluppo della città, ma anche per quello scopo la sicurezza è una condizione indispensabile».

«Sarà inusuale, ma sento la responsabilità di stare vicino, come posso, ai cittadini», ha aggiunto il sindaco riferendosi ancora alla manifestazione, spiegando che la chiamata in piazza dei cittadini non è stata una decisione facile così come quella di rinunciare ai 110 agenti in più garantiti dal ministro Amato dopo l'appello. «Si dice che un amministratore non può andare in piazza, ma che male c'è?», si è chiesta la Moratti facendo notare che i sindaci non hanno poteri sull'ordine pubblico e Palazzo Marino ha comunque investito molto in sicurezza sotto forma di politiche sociali come quelle a favore dei centri di aggregazioni giovanili, dei portierati sociali, dello sviluppo di una cultura diffusa nelle periferie oltre al miglioramento degli alloggi popolari e dei parchi.