Moratti: «Non aumenteremo le tasse ai milanesi»

Il sindaco assicura che non intende avvalersi dell'imposta sul turismo legata al federalismo. Sintonia con La Destra di Storace

Moratti tranquillizza i milanesi: non userà il federalismo per aumentare le tasse. «Non metteremo nuove tasse ai milanesi. Non useremo neanche quelle che ci vengono date dal federalismo come quella sul turismo» assicura il sindaco di Milano, Letizia Moratti, durante il suo intervento al Comitato centrale de La Destra che ha annunciato il suo sostegno alla campagna per la rielezione del primo cittadino del capoluogo lombardo a Palazzo Marino.
Accolta da una standing ovation e dall'omaggio di un mazzo di rose bianche, Letizia Moratti ha parlato dal palco dei «valori come famiglia, identità, sicurezza e legalità, temi che so a voi cari ma che sono anche valori nostri». Quindi, il sindaco ha ricordato quanto fatto dalla sua amministrazione, sostenendo che «nei primi cinque anni da sindaco si semina e poi forse si raccoglie».
Sintonia con gli esponenti della Destra. «Dobbiamo essere con gioia al tuo fianco - sono state le parole del segretario Francesco Storace - per rivederti vincere al primo turno, anche col nostro consenso». Il leader de La Destra ha ricordato «le battaglie comuni» del passato e ha confessato di essere stato «affascinato da questa donna estremamente intelligente» di cui ha sottolineato in particolare «la battaglia antidroga».