La Moratti presenta al prefetto le contromisure

Il Comitato per l’ordine e la sicurezza si allarga al procuratore generale di Milano, Mario Blandini. Il prefetto, Gian Valerio Lombardi, ha accolto la richiesta del sindaco, Letizia Moratti, di far partecipare ai vertici in prefettura anche il Pg. Blandini, per precedenti impegni, non potrà partecipare al vertice di questa mattina dedicato alle violenze sessuali, ma sarà presente sin dalla prossima riunione. Il sindaco presenterà al prefetto il pacchetto di misure per la sicurezza messo a punto dalla giunta, al quale ciascun assessore interessato ha contribuito elencando tre progetti operativi. Oltre alla richiesta al governo di aumentare le forze dell’ordine sul territorio e poter processare per direttissima gli stupratori, Il Comune vorrebbe costituirsi parte civile contro gli stupratori. Sono inoltre allo studio misure di prevenzione. Tra i progetti incentivi fiscali (su tassa sulle insegne, Ici, Tarsu) ai negozianti che prolungheranno l’orario di apertura, illuminazione notturna delle vetrine e un rafforzamento della telesorveglianza. Saranno progettati accordi con tassisti e con l’Aem per accompagnare le donne sotto casa in taxi e radiobus. È allo studio anche una tensostruttura per convegni e attività ludiche alla Stazione Centrale.