La Moratti «sgrida» consiglieri e assessori

«Non andrò in giro a dire che va tutto bene» annuncia Letizia Moratti, che non risparmia critiche alla giunta Albertini. E nel primo incontro istituzionale con assessori e consiglieri di maggioranza, segnala le lamentele dei cittadini e la sua voglia di dare una sterzata su sicurezza, commercio illegale e casa. Chiede «interventi più rapidi possibile», «incontri concreti su casa e sicurezza». Poi lancia un appello che è un po’ il suo programma: «Non chiedetemi di difendere le cose che per me non sono difendibili». Il ministro ha detto più volte di essere «indipendente dai partiti».
Agli assessori e ai consiglieri ha chiesto di presentare un memorandum sui provvedimenti della giunta sui singoli temi. E ha chiarito che non intende promettere nulla di più di ciò che è in grado di mantenere: «Non farò fumo né demagogia in campagna elettorale». Tutte le deleghe sulla casa saranno accorpate in un unico assessorato.