Moratti: uno sponsor per rilanciare la Scala

Un nuovo sponsor per la Scala. Se conquisterà la poltrona di Palazzo Marino, la candidata della Cdl Letizia Moratti siederà anche alla presidenza del consiglio di amministrazione della Fondazione. E nell’ottica milanese del fare, sta già mettendo a punto strategie per rafforzare il marchio Scala nel mondo. Progetti a cui servono innanzitutto fondi, e in tempi di tagli al Fondo unico per lo spettacolo, Moratti punta sulla sinergia pubblico-privato. Un piano esposto ieri al ministro dei Beni Culturali Rocco Buttiglione, a cui ha prospettato l’ipotesi di «trovare uno sponsor per la Scala che dia un apporto analogo a quello degli altri grandi sponsor privati e a quello della Provincia», cioè pari a circa 5,4 milioni di euro. E Buttiglione ha risposto «certamente di sì». Il progetto, assicura Moratti, «segnerebbe un balzo in avanti nella collaborazione pubblico-privato e garantirebbe risorse tali da permettere un grande rilancio della Scala nel Paese e nel mondo». L’assessore Stefano Zecchi ribadisce che «dopo i tagli al Fus è chiaro che l’attività artistica, e soprattutto la lirica, hanno bisogno di sovvenzioni. Se insieme al Comune anche altre figure riescono a sostenere il teatro è positivo».