Moratti su Ibra: «Preso di mira»

Milano. Ieri mattina Moratti era stato chiaro: «Una squalifica a Ibrahimovic? Sarebbe da ridere». Ed infatti non c’è stata alcuna richiesta di prova tv per lo sputo di Ibra. «Lo sputo non c’entra niente con il resto. Mi spiace che Ibrahimovic, da quando è all’Inter, sia seguito dalle telecamere come mai in precedenza. Ormai deve stare attento anche quando cammina». Poi il patron ha difeso Adriano: «Non è in crisi irreversibile». Ha raccontato di aver chiesto spiegazioni a Mancini circa le parole su Recoba. Oggi l’ufficio indagini ascolterà Ghelfi, vicepresidente nerazzurro, sul caso De Santis.