La Moratti: "Le tasse? Se sono giuste vanno pagate"

Il sindaco di Milano, intervenuta al Meeting di Cl a Rimini, affronta lo spinoso tema della politica fiscale: "In Italia la pressione è troppo alta, sarebbe giusto abbassare le tasse".

Rimini - "Io credo che sia giusto pagare le tasse, se le tasse sono giuste. L’Italia in questo momento è tassata troppo". Il sindaco di Milano, Letizia Moratti, entra così nel dibattito sullo sciopero fiscale e, ai giornalisti che gli chiedono un parere sulla proposta di Bossi, replica che "in Italia la pressione fiscale è troppo alta. Sarebbe giusto abbassare le tasse".

Sbagliato distruggere il Tesoretto sulle pensioni "La distruzione del Tesoretto sulle pensioni è stata drammatica. Viene tutelato chi è già tutelato. E le nuove generazioni?". La Moratti critica così la politica del governo sul cosiddetto Tesoretto. Affrontando il tema del welfare il sindaco di Milano, applaudita più volte dal pubblico, ha detto: "Non possiamo più permetterci di tutelare chi ha già tutele, dobbiamo pensare a chi ancora non ne ha".

"Pdl? Sì se c'è larga partecipazione" "Più si allarga la partecipazione, più si avvicinano i cittadini alla politica. Se questo è l’intento di Berlusconi, bene. È condivisibile". "Se il Pdl - chiarisce il sindaco di Milano- è inteso come una risposta al bisogno di politica, può essere uno strumento importante per avvicinare i cittadini".

"Io a Palazzo Chigi? Vedremo" Incalzata dai giornalisti che le chiedevano se, dopo le parole di Berlusconi sulla valorizzazione delle donne della Casa delle Libertà, il suo nome fosse spendibile come futuro candidato premier del centrodestra, ha sorriso e svicolato. "Io sono impegnata su Milano - ha detto, parlando dal Meeting di Rimini - non ho mai fatto programmi nella mia vita e continuo a non farne. Quindi vedremo. Del resto ho deciso in un solo giorno di candidarmi a sindaco di Milano".