La Moratti: "Temo le mafie per questo stiamo rafforzando la prevenzione"

Il sindaco a "Mattino 5" con Belpietro: "Certo che
temo le infiltrazioni, per questo stiamo rafforzando le misure che abbiamo preso anche per Expo 2015". Poi: "Abbiamo chiesto e ottenuto dal governo di modifiche normative che
riguardano anche Expo e consentono la creazione di una lista di imprese pulite in modo da subappaltare in maniera
più sicura attraverso una banca dati nazionale condivisa dalle prefetture". E sulle Comunali: "Sui risultati non temo confronti"

"Certo che temo le infiltrazioni, per questo stiamo rafforzando le misure che abbiamo preso anche nei confronti di Expo 2015". Ad affermarlo, ospite della trasmissione Mattino 5 durante la telefonata con Maurizio Belpietro, è il sindaco e commissario straordinario di Expo 2015, Letizia Moratti, alla luce dell’ ultima relazione semestrale della Dia che conferma l’allarme sulla presenza delle organizzazioni criminali anche nel nord Italia sottolineando l’interesse delle cosche anche per i lavori di Expo 2015.

"Noi abbiamo chiesto e ottenuto dal governo - ha ricordato Letizia Moratti - di avere modifiche normative che riguardano anche Expo e consentono la creazione di una white list di imprese pulite in modo da subappaltare in maniera più sicura attraverso una banca dati nazionale condivisa da tutte le prefetture". Conversando telefonicamente con Belpietro, il sindaco Moratti ha anche ricordato il patto di integrità adottato dal Comune di Milano che consente l’ esclusione dalle gare pubbliche di tutte le imprese che hanno costituito cartelli (e che è valso a Palazzo Marino il riconoscimento di Transparency international) e, proprio per Expo 2015, la costituzione di una sezione milanese del comitato di coordinamento per l’alta sorveglianza sulle grandi opere.

"Questa sezione specializzata - ha chiosato Letizia Moratti - ci consente di avere un coordinamento per tutte le attività di prevenzione contro le infiltrazioni negli appalti pubblici". La linea del sindaco è dunque quella della massima allerta contro le infiltrazioni mafiose ("i rischi ci sono - ha detto - per questo occorre essere attenti e vigilare sulla prevenzione") anche se il sindaco è confortata dall’azione di repressione condotta dall’attuale governo. "Questo (parlando dell’arresto di Antonio Iovine, ndr) sta a dimostrare che questo governo contro la mafia e la ’ndrangheta sta agendo con grande rigore".

"Sui risultati non temo confronti" "Non temo i confronti e credo di lavorare con dei risultati che presenterò ai miei concittadini", ha poi detto in merito all’ipotesi che alle prossime elezioni amministrative possa scendere in campo l’ex sindaco Gabriele Albertini. "Sono aperta a qualsiasi confronto - ha sottolineato Moratti - e non temo confronti sui risultati".

Quanto ad un possibile accordo con Futuro e Libertà "sto lavorando con tutti coloro che hanno a cuore i problemi della città - ha risposto il sindaco - lo sviluppo sostenibile, le misure anticrisi, il sostegno alle famiglie, la cultura il trasporto pubblico. Nel mio programma -ha aggiunto- sono aperta a tutte quelle forze liberali e riformiste che si riconoscono in questi valori". Nessuna preoccupazione per l’avversario del centrosinistra Giuliano Pisapia: "Io -ha sottolineato Letizia Moratti - mi preoccupo tutti i giorni di lavorare per i miei cittadini, per risolvere i loro problemi quotidiani, le piccole e grandi emergenza, i picoli e grandi bisogni che ci sono nella città. Questa è la mia unica preoccupazione che mi tiene impegnata dal mattino presto fino alla sera tardi, compresi sabato e domenica".