MORATTI: «VOGLIA DI RINASCITA»

La campagna di Russia conferma che il processo di normalizzazione di Ranieri procede, difesa a parte. Il tecnico prende tre punti sul sintetico del Cska, mentre Gasperini era «saltato» su quello di Novara. Altro segnale di discontinuità. «Il risultato, il gioco del primo tempo e l’orgoglio della ripresa», è questo che Ranieri mette nella valigia, insieme ai complimenti di Eto’o negli spogliatoi. Poi è disarmante nel spiegare la rinascita: «Ho rimesso i giocatori a fare quello che sapevano». E quindi difesa a 4 e rombo a centrocampo. Sui singoli: «Alvarez bravo fuori ruolo e Zarate può diventare un campione». Non pone limiti Ranieri anche alla squadra: «Riaperta la Champions. Può dire la sua». Anche perché sa reagire: «Come a Bologna anche qui i ragazzi hanno voluto la vittoria. Non sono finiti». E anche Moratti è d’accordo: «Ho visto la voglia di riprenderci». Bastava rimettere i giocatori al loro posto? «Sembra così». La cosa più bella? «Semplicemente quello che è successo».