Morchio attacca il cardinale e dimentica lo stadio

Egregio dottor Lussana, ho sentito ieri, al convegno dei socialisti, l’assessore regionale Fabio Morchio, scagliarsi contro il nostro Arcivescovo, Cardinale Tarcisio Bertone, sulla questione della pillola abortiva.
Ha detto le solite cose che la sinistra proclama da sempre. Nulla di nuovo e di interessante. Ma il motivo del mio scrivere riguarda ciò che fece il nostro caro assessore in occasione del rifacimento dello stadio Luigi Ferraris in occasione dei Campionati del mondo 1990. Il nostro grande assegnò l’appalto. Lo stadio fu terminato e solo allora scoppiò la grana. Tutti i permessi di agibilità all’impianto mancavano! Dicasi VvFf; Asl; Questura. Complimenti!
Il Sindaco fu costretto a firmare tutte le domeniche, assumendosi la responsabilità. In un Paese «normale», (come direbbe D’Alema) il signor Morchio sarebbe sparito dalla scena politica, invece è stato «promosso» in Regione.
La saluto cordialmente.