Morta a 2 anni e mezzo durante l'intervento: sospeso l'anestesista

Alla piccola potrebbe essere stato applicato un catetere venoso per adulti. Ma l'ospedale smentisce

È stato sospeso l’anestesista coinvolto nell’intervento a seguito del quale ha perso la vita una bimba di due anni e mezzo. "In attesa di ulteriori accertamenti ho firmato un primo provvedimento di sospensione cautelare per l’anestesista coinvolto nell’intervento", ha detto il direttore del Policlinico Tor Vergata Enrico Bollero, "Ho nominato una commissione di qualificati e riconosciuti professionisti esterni alla struttura nelle persone del professor Pirozzi, capodipartimento di Anestesia del Bambin Gesù, del professor Inserra, primario di chirurgia generale e toracica del Bambin Gesù, e del professor Marsella, medico legale".

Sono stati intanto disposti accertamenti sul catetere venoso centrale, utilizzato nel corso dell’intervento alla piccola di Gela per stabilire se le dimensioni dello strumento fossero compatibili con quelle della bambina. Il catetere è stato sequestrato dai carabinieri del Nas nell’ambito dell’inchiesta per omicidio colposo. In un primo momento l'ospedale aveva detto di aver usato un dispositivo per adulti in quanto quelli pediatrici erano finiti, ma la notizia è stata seccamente smentita da Bollero.