Morta in casa e sfigurata dai suoi cani

È morta per cause naturali, almeno tre o quattro giorni fa, l’anziana trovata senza vita nel soggiorno della sua abitazione in via Cino del Duca, a Torre Gaia. Le ferite sul cadavere, orrendamente sfigurato, in realtà sono profondi morsi fatti da due cani labrador, sicuramente affamati, trovati nell’appartamento dai vigili del fuoco. Non è stato un omicidio, dunque, come si era pensato in un primo momento, ma una triste storia di solitudine. Maria Ciamacco, 65 anni, viveva da sola. A chiamare la polizia verso le 14, è stato un vicino che da una finestra ha intravisto il corpo insanguinato. Quando i vigili del fuoco sono entrati hanno trovato l’anziana nuda, con ferite alla gola e al volto. I cani l’avrebbero deturpata dopo la morte.
Ancora da accertare la causa del decesso, probabilmente dovuto ad un malore. La signora viveva con i suoi due cani, Chicca e Morfeo, non risulta avesse figli, dei suoi parenti i vicini sono a conoscenza solo di una sorella che vive a Sulmona e che raramente veniva a trovarla. La vistosa ferita presente sulla parte sinistra del collo della donna potrebbe essere postuma al decesso e procurata dal tentativo disperato dei suoi due cani di «rianimarla». Ogni dubbio sul decesso della signora Maria verrà chiarito dall’autopsia disposta dal medico legale. I cani sono stati portati al canile municipale.
«Sono entrato nel giardino della signora perché ogni tanto porto a spasso i suoi cani, prima lo facevo molto più spesso, ora solo saltuariamente. Il giardino era un po’ in disordine per le piogge della scorsa settimana, mi sono sporto a guardare da dietro la finestra per vedere se la signora era in casa e ho notato i suoi piedi in terra», racconta Edoardo, studente universitario vicino di casa della signora Maria. «La signora aveva questi due cani - continua - tutti e due trovati per strada da altre persone del quartiere che poi glieli avevano affidati, era una persona molto forte di carattere anche se era stata male, aveva avuto un aneurisma e soffriva di diabete». Quindi il ragazzo prosegue: «Quando li ho visti i due cani non erano sporchi di sangue, anche della signora ho visto solo i piedi in terra e poi ho avvertito gli altri condomini. Penso che la signora lavorasse ancora nelle assicurazioni, ma siccome era malata era spesso a casa. Una vicina dice di averla vista l’ultima volta sabato o domenica andare fare la spesa».