Morta in ospedale la guardia giurata ferita dal cecchino

È morto Luigi Zippo, la guardia giurata rimasta ferita nella sparatoria di sabato sera a Guidonia, alle porte di Roma. L’uomo era stato centrato alla testa da uno dei proiettili sparati dal cecchino folle, Angelo Spagnoli ex ufficiale dell’esercito e tiratore scelto. Lorenzo Sommella, direttore sanitario dell’Azienda Ospedaliera San Filippo Neri, ha annunciato che in nottata le manovre rianimatori sarebbero state sospese. «Se gli organi saranno idonei alla donazione allora si procederà all’espianto, dato che l’autorizzazione è già stata chiesta ed ottenuta dai parenti dell’uomo». Migliorano invece le condizioni del poliziotto Adolfo Stella, 43 anni. «Il paziente - spiegano i medici dell’Umberto I - è arrivato con ipotensione e choc emorragico ed è stato sottoposto a intervento chirurgico».