«Morte all’artista anti-islam»

La polizia norvegese ha arrestato martedì scorso una persona che preparava un attacco contro il disignatore di fumetti danese Kurt Westergaard, l’autore della contestata caricatura del profeta Maometto. La notizia è stata diffusa ieri dal giornale Dagbladet, che citando fonti riservate, ha raccontato di un cittadino norvegese di una trentina d’anni arrestato con l’accusa di stare preparando un attentato contro il disegnatore. La notizia non è stata né confermata né smentita dalla polizia. «I servizi norvegesi avevano informazioni secondo cui erano già state procurate armi automatiche ed esplosivi e che alcune persone facenti parte dell’entourage di un noto criminale norvegese erano pronte a commettere un attentato», scrive il quotidiano. «Westergaard avrebbe dovuto essere ucciso mentre si trovava alla Casa della Letteratura a Oslo» aggiunge Dagbladet. Il fumettista danese all’inizio della settimana aveva reso noto di aver abbreviato, su richiesta della polizia norvegese, un suo soggiorno in Norvegia per partecipare a Oslo alla presentazione di un libro. L’uomo, già stato in passato, era stato bersaglio di un tentativo di omicidio e di numerose minacce di morte dopo che, nel 2005, aveva pubblicato su un quotidiano l’immagine di Maometto disegnato con un grande turbante a forma di bomba. Intervistato da una radio norvegese, Westergaard aveva dichiarato martedì scorso che i servizi segreti norvegesi e danesi gli avevano ordinato di rientrare immediatamente a casa, e di dire che il suo rientro era dovuto a problemi di salute.