Morto Breton, poeta «normale»

Il poeta francese Jean Breton è morto a Parigi, dopo lunga malattia, aveva 76 anni. L'annuncio della scomparsa è stato dato ieri dalla famiglia a funerali avvenuti. Nato ad Avignone il 21 agosto 1930, Breton è stato fondatore e animatore di riviste che hanno giocato un ruolo importante nella poesia degli anni ’50 e ’60: Hommes sans epaules nel 1953 e poi Poesie 1 nel ’69. È in un libro-manifesto del ’64, scritto con Serge Brindeau, dal titolo Poesia per vivere. Manifesto dell’uomo normale, che Breton espresse le sue idee sull'arte: una poesia che propone la solidarietà umana, il quotidiano, «nella sua banalità ma anche nelle sue inattese speranze, nelle sue felicità improvvise». Breton coronò la carriera con il premio Guillaume Apollinaire.