È morto De Martino, papà di moviola e «Fantastico»

È morto ieri per un arresto cardiaco, alla clinica Città di Milano dove era ricoverato per accertamenti, il giornalista Aldo De Martino: aveva 79 anni ed era figlio di Emilio, anch'egli giornalista e considerato uno degli inventori della pagina sportiva. Aldo De Martino era nato a Rapallo il 3 maggio del 1927. Diventato professionista nel 1957, fu poi inviato speciale, scrisse libri e fu anche editore. È stato protagonista della nascita e della crescita della «comunicazione» sportiva in televisione, ed è considerato l’inventore della famosa «Moviola» che divenne strumento di confronto fra i tifosi nella Domenica Sportiva. Fu direttore per venti anni della produzione radiotelevisiva di Milano, raggiungendo con «Fantastico», il record assoluto dell'ascolto nazionale, sfiorando i 30 milioni di spettatori.
Fondatore e direttore di agenzie giornalistiche nazionali, come Agisport e Agir, vicedirettore di Sportinformazioni, ha creato e diretto periodici storici, da Sport Universitario, a Pugilato, Vitalità, 30 Giorni di Medicina, Guidare Sport, Rotary Gazzetta 2040. È stato anche titolare dell'editrice Adiemme. Ha scritto vari libri e tra questi una storia del Giornalismo sportivo. Attivo anche sindacalmente, attualmente era proboviro dell'Associazione lombarda dei giornalisti. Lascia la moglie Carlo e il figlio Giorgio, giornalista.