È morto il figlio maggiore di Marlon Brando Si è spento a 49 anni a causa della polmonite

Il figlio maggiore del grande Marlon Brando era finito
in prigione dopo essersi dichiarato colpevole di aver causato accidentalmente la morte di
Dag Drollet, il fidanzato della sorella Cheyenne<br />

Los Angeles - Christian Brando, figlio maggiore dell’attore Marlon Brando (scomparso nel luglio 2004), è morto di polmonite all’età di 49 anni all’Hollywood Presbyterian Medical Center, l’ospedale di Los Angeles. Lo ha reso noto David Seeley, uno dei legali della famiglia, aggiungendo che era stato ricoverato lo scorso 11 gennaio. Attore come il padre (nella foto i due sono ritratti insieme), ma con meno fortuna artistica, aveva interpretato ruoli minori in alcuni film, come "I love you, Alice B. Toklas" nel 1968, quando era ancora un bambino. Christian Brando è forse più noto per il suo turbolento passato.

La condanna per omicidio Christian Brando aveva ucciso con un colpo di arma da fuoco Dag Drollet il 16 maggio 1990, dopo che sua sorella Cheyenne gli aveva detto che il fidanzato 26enne la picchiava. Il suo arresto e il conseguente processo conquistarono i titoli dei giornali. Christian si dichiarò colpevole di omicidio volontario e fu condannato a 10 anni di carcere, scontandone cinque dietro le sbarre prima di essere rilasciato. Brando raccontò al Los Angeles Times nel 1991 di non aver mai avuto l’intenzione di uccidere Drollet, ma che partì accidentalmente un colpo di pistola mentre i due stavano litigando. Cheyenne Brando si suicidò nel 1995, a 25 anni, impiccandosi nella casa di sua madre a Tahiti.