È morto il giovane caduto a Torriglia

È morto il ragazzo genovese, Francesco de Gregorio, di 20 anni, avventuratosi il lunedì di Pasqua tra i ruderi in ristrutturazione del castello medioevale di Torriglia, precipitando in un terrapieno nel tentativo di raggiungere una delle due torri del complesso.
Nella caduta aveva riportato un trauma cranico, lesioni interne e una frattura scomposta al braccio sinistro. Il giovane era stato soccorso da un elicottero dei vigili del fuoco con il medico a bordo, e trasportato all’ospedale di San Martino di Genova dove era stato sottoposto ad un intervento chirurgico.
Il giovane si era recato in gita a Torriglia assieme al fratello e ad alcuni amici. Ad un certo punto, nonostante le recinzioni, insieme con uno dei suoi amici aveva deciso di addentrarsi fra i ruderi del castello.
Prima salito sulla più piccola delle due torri, aveva poi tentato di raggiungere la più alta saltando da un terrapieno. Non era riuscito nell’intento ed era scivolato cadendo lungo la scarpata per circa cinque metri a faccia in giù.
Nonostante i soccorsi e il delicato intervento chirurgico a cui è stato sottoposto il giovane non ce l’ha fatta. Ed è spirato ieri dopo una settimana di agonia.