Morto Hazon compositore di lungo corso

È morto a Sanremo, città in cui viveva da tempo il maestro Roberto Hazon, 75 anni, compositore milanese i cui lavori (opere, balletti, musica sinfonica) sono stati rappresentati alla Scala, alla Fenice, a Parigi, New York e in decine di teatri in tutto il mondo. Figlio di un noto docente universitario, Hazon sin da bambino dimostrò una spiccata tendenza musicale, ereditata probabilmente dai nonni, entrambi direttori d'orchestra. Accanto agli studi classici seguì quindi quelli musicali diplomandosi ai conservatori di Milano e Parma in composizione, pianoforte, polifonia vocale, direzione d'orchestra e di coro. A 23 anni compose L'amante cubista, rappresentata in tutta Europa e negli Usa. Seguirono poi opere come Requiem per Elisa, Agenzia matrimoniale, Madame Landrù e vari balletti tra i quali Enea, La figlia di Iorio, Con amore e l'opera per bambini Teresina. Nell'88 in Australia è stata rappresentata l'opera in tre atti Eureka Stockade, commissionatagli per le celebrazioni del secondo centenario della fondazione della nazione. Hazon ha anche scritto musica per orchestra e composizioni per pianoforte e per vari strumenti.