Morto per mancanza di posti D’Amato (Pdci): «Fare luce»

«Bisogna fare luce sulla morte di Maurizio Chiapparelli, l’uomo di 45 anni che fu trasportato dopo un’attesa di molte ore da Roma a Formia per la mancanza di un posto letto in emergenza». È quanto chiede il capogruppo di Pdci alla Regione Alessio D’Amato. «Il giovane non ce l’ha fatta, è deceduto nella serata di venerdì e i familiari hanno chiesto che venga effettuato un esame autoptico per accertare le cause del decesso e soprattutto per capire se i ritardi nell’assistenza nella fase d’emergenza possano aver compromesso la vita del giovane. Occorre fare piena luce su questo caso assurdo in cui un giovane non riesce a trovare un posto letto di rianimazione nella capitale del Paese».