È morto Nostini mito della scherma

da Roma

Si è spento l’altra notte a Roma all’età di 91 anni Renzo Nostini, presidente onorario del Coni, collare d’oro al merito sportivo e atleta di grande valore anche in discipline diverse dalla sua amatissima scherma. Renzo Nostini ha praticato questo sport sin da bambino vincendo complessivamente 7 titoli mondiali fra il 1937 e il 1955 nel fioretto e nella sciabola, 4 medaglie d’argento ai giochi olimpici (fioretto e sciabola) e altre 7 medaglie d’argento ai campionati mondiali.
Da dirigente della scherma, vide il movimento crescere e diventare leader a livello mondiale. Amava anche lo sci e fondò a Roma il club accademico italiano. «Con Renzo Nostini scompare uno dei personaggi più significativi dello sport italiano. Si tratta di un uomo che ha dato il meglio di sè in numerose discipline sportive e diverse Olimpiadi, conoscendo i trionfi che solo i grandi sono in grado di raggiungere». Lo afferma il sindaco di Roma, Walter Veltroni. I funerali saranno celebrati martedì alle ore 10 presso la chiesa di Cristo Re in Viale Mazzini a Roma.